L’IMPIANTO IDEALE DEL PRESENTE E DEL FUTURO

Semplice. Tecnologico. Longevo.

  • Funge da Osteomo-Espansore
  • Una spira che taglia incrementalmente e una che compatta
  • Apice ridotto

Con Spira BCL ottima stabilità
primaria anche in osso spongioso.

La linea Conict CT BCL aggiunge maggiore versatilità al sistema Intra-Lock già esistente sia dal punto di vista protesico che chirurgico.

Con la linea Conict CT BCL i clinici potranno essere sicuri che i restauri protesici dureranno nel tempo.

L’impianto Conict CT BCL ha una spira che taglia incrementalmente, aumentando la superfice di taglio, ottenendo sempre un’ottima stabilità primaria.

Grazie alla doppia conicità, una spira che taglia, una che compatta e ad un apice ridotto, diventa, un impianto osteotomo-espansore, “site specific”, in siti ossei di dimensioni minime.

FHS FAST HEALING SURFACE
LA VELOCITA’ DI GUARIGIONE DI SUPERFICIE

TRATTAMENTO DI SUPERFICIE

La superficie FHS è ottenuta con un processo di sabbiatura con rugosità a lungo raggio a cui viene sovrapposta una rugosità a corto raggio dovuta al trattamento di doppia acidificazione.

Ciò permette di ottenere una microrugosità superficiale omogenea su tutta la superficie implantare. 

DECONTAMINAZIONE DELLA SUPERFICIE A PLASMA FREDDO

Questa topografia a “spugna” offre una struttura ideale per l’adesione dei fattori di crescita accellerando i tempi di osteointegrazione.

Dopo i trattamenti di superficie, gli impianti vengono sottoposti un accurato processo di decontaminazione mediante plasma freddo innescato ad Argon GDT ( Glow discharge treatment ).

Il GDT provoca la rimozione di ogni contaminante organico senza lasciare residui. Questa “sabbiatura atomica” attivando la ionizzazione degli atomi più superficiali dell’ossido di titanio aumenta l’energia di superficie e la bagnabilità delle fixture.

uNA CONNESSIONE PROTESICA

La connessione Conict CT BCL morse 5° è stata progettata per avere un perfetto sigillo moncone-impianto ottenendo, di fatto, una fusione fredda per creare un sigillo antimicrobico e assenza di svitamento viti negli abutments.

Il bisello a 45° consente il platform switching e la stabilizzazione del tessuto connettivo sopra crestale favorendo la stabilità dei tessuti duri e molli nel corso degli anni, nonchè l’estetica.